Nel cuore delle Alpi Lepontine la tradizione vitivinicola é presente da piú di 700 anni. Grazie alle Alpi che circondano e proteggono la Val d’Ossola, é un luogo dove la viticoltura puó dare notevoli risultati. Il Prünent, ecotipo autoctono di Nebbiolo, si é adattato per raggiungere il giusto adattamento pedoclimatico.

     IMG_4751
 IMG_4857  

Tutt’oggi la coltivatione tipica é a pergola, localmente chiamata Topia, la quale sorge su grandi monoliti di sasso ricavati dalle cave locali. Con questo sesto d’allevamento tradizionale i nostri avi hanno trovato il modo di ottenere grandi risultati sia di produzione che di resistenza. Infatti i principali problemi come gelate tardive e animali selvatici, grazie alla Topia, riescono ad essere ridotte al minimo. Inoltre permette di lavorare tranquillamente sotto l’ombra durante le caldi estati.

 

A differenza di molte zone viticole, in Val d’Ossola l’uso dell’inerbimento é una pratica comune poiché grazie alle forti nevicate invernali si ha una buona quantitá di risorse idriche per l’estate in modo da lasciare difficilmente in stress la pianta.

 IMG_4908